· 

I litigi in amore

Che tipo di coppia siete? Quando ci sono discussioni, qual è il vostro approccio al conflitto in coppia?

 

In ogni relazione ci sono disaccordi e conflitti ed il modo in cui ciascuna coppia li gestisce è particolare. Prendere in considerazione il tipo di approccio che due partner hanno nel gestire le loro incomprensioni può essere di aiuto affinché la relazione possa avere una lunga durata. Anche se il modo in cui ciascuna coppia gestisce le discussioni è diverso, unico e differente rispetto ad altre coppie John Gottman, ricercatore che ha  lungo osservato le dinamiche tra partner, ha riscontrato 4 modalità di approccio al conflitto di cui 3 sane: aperte al conflitto, che sorvolano il conflitto o lo evitano il conflitto.

 

 

1. Le coppie aperte al conflitto sono in grado di riconosce le divergenze di opinioni e confrontarsi col partner per cercare una soluzione comune. I partner tendono a rimanere relativamente calmi e a lavorare sul conflitto per risolverlo attraverso la mediazione nel rispetto dei bisogni reciproci. Le interazione tra i partner sono facili, basate sulla calma, l’espressività e la neutralità. I partner sono empatici e mettono l’enfasi sul sostegno e la comprensione reciproca. Si confrontano sulle differenze e solo su alcuni argomenti possono assumono una posizione competitiva. Durante il conflitto i partner: 

 

  • Rimangono calmi e gestiscono l’emotività senza eccedere verbalmente o fisicamente; 
  • Si confrontano in modo educato e rispettoso; 
  • Sono in grado di essere empatici nei confronti dell’altro ed esplicitare i propri sentimenti; 
  • Sono aperti al compromesso; 
  • Cercano consapevolmente di trovare un accordo che soddisfi entrambe le parti.

 

2. Le coppie che sorvolano sul conflitto sono in grado di discutere animatamente ma riuscendo a sdrammatizzare, ridere assieme e fare umorismo. I partner amano discutere ma in modo rispettoso e non offensivo. Possono esprimere sentimenti negativi come la rabbia ma senza disprezzare l'altro o svalutarlo. Hanno chiari i confini individuali per cui non prevaricano. Discutono in modo onesto dei loro ruoli nella relazione. Le coppie che sorvolano sul conflitto sono caratterizzate da partner che durante il conflitto:

 

  • Discutono apertamente e appassionatamente;
  • Si valorizzano reciprocamente come individui e partner;
  • Hanno frequenti conflitti e discussioni;
  • Esprimono affetto, amore, sono premurosi e si sostengono;
  • Risolvono le divergenze con sana ironia.

 

3. Le coppie che evitano il conflitto tendono a minimizzare o ad ignorare le differenze di opinioni  per non incrinare il rapporto partendo dall’idea che le differenze non possano essere risolte. Le coppie che evitano il conflitto:

 

  • Enfatizzano le somiglianze e attendono che i problemi di coppia svaniscano da soli con il tempo senza cercare di risolverli.
  • I partner non esprimono ciò di cui hanno bisogno ma rimangono indipendenti, autonomi con interessi separati.
  • I partner hanno aree di interesse in comune.
  • Condividono solo ciò che li accomuna in termini positivi ma difficilmente condividono ciò che sentono emotivamente soprattutto se si tratta di emozioni spiacevoli.

 

4. Le coppie ostili durante il conflitto sono caratterizzare dalla negatività e sono ad alto rischio di rottura a meno che i partner non effettuino una psicoterapia di coppia che li aiuti a riscoprire l'amore, l'affetto, il calore per l’altro. In queste coppie i partner sono molto critici, le posizioni sono rigide. Manca il supporto o la comprensione verso l’altro. Le coppie ostili sono caratterizzate da partner che durante il conflitto:

 

  • Si criticano, accusano ed enfatizzano problemi e difetti caratteriali; 
  • Si proteggono dagli attacchi dell’altro; 
  • Non cercano di ascoltare realmente per capirsi;
  • Interagiscono più come nemici che come compagni di squadra alla ricerca di una soluzione reciprocamente soddisfacente;
  • Non provano o non riescono a risolvere in modo efficace le divergenze;

 

Le coppie che gestiscono i conflitti con un approccio “ostile” evolvono con più facilità nella direzione della rottura o del divorzio.

 

 

Dr. Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta Pordenone

 Riproduzione vietata.