SOSTEGNO PSICOLOGICO, PSICOTERAPIA E IPNOSI:

Le prime sedute di anamnesi (da 1 a 3) sono necessarie per la conoscenza reciproca, per raccogliere informazioni sul problema e sulle soluzioni tentate. Servono a me per capire cosa la persona desidera e se sono in grado di aiutarla; alla persona per capire se sono il terapeuta più adatto non tanto per le mie competenze ma per come mi relaziono. Le sedute preliminari permettono di gettare le basi della relazione: il paziente si deve sentire al sicuro, accolto con benevolenza e libero di parlare di tutto.

Il passo successivo è concordare un obiettivo concreto e realistico sul quale lavorare assieme affinché la terapia abbia una direzione chiara. La finalità della psicoterapia è il rafforzamento dell’Io, delle capacità e delle risorse che ciascuno intrinsecamente possiede per riuscire a vivere bene il presente, fare pace col passato e progettare un nuovo futuro. 

Alle sedute colloquiali possono alternarsi sedute esperienziali per modificare in modo creativo convinzioni erronee, atteggiamenti disfunzionali e vissuti spiacevoli. Il mio compito è aiutare chi si trova in difficoltà a trovare le proprie soluzioni: non offrire consigli o ricette magiche ma far si che si autodetermini. E' fondamentale che sia motivato e collabori portando, seduta dopo seduta, i contenuti sui quali intende soffermarsi e richieste precise per lavorare assieme nella ricerca di ciò che gli serve. Uso un linguaggio semplice, comprensibile ed un approccio integrato basato su:

 

Analisi Transazionale (Eric Berne): per rielaborare la storia di vita, portare alla consapevolezza le decisioni prese durante l'infanzia alla base dei processi di funzionamento intrapsichico (copione) e relazionale (giochi psicologici) così che la persona possa decidere quali modalità mantenere nel presente e quali modificare. (info qui).


Ipnosi ericksoniana (Milton Erickson): uno stato speciale di coscienza, di attenzione focalizzata, in cui l'inconscio lavora in modo intuitivo e creativo su pensieri, sensazioni, emozioni, atteggiamenti. Senza i filtri della mente razionale è possibile recuperare risorse, far emergere nuove soluzioni, depotenziare comportamenti disfunzionali, sanare ferite in sospeso. (info qui).


Footprintings (Susan Dowel), per lavorare sulle parti di sè ferire o in conflitto ed ascoltare i messaggi che il corpo invia. Somatic Experiencing (Peter Levine) e Timeline (PNL) per lavorare sulle esperienze del passato con gli occhi e le risorse del presente.