· 

Love Bombing: seduzione e manipolazione

Il Love Bombing è una tecnica psicologica utilizzata da personalità narcisistiche per manipolare emotivamente le persone. Il Narcisista per esercitare il suo controllo inizialmente riempie il suo oggetto d’amore, la sua vittima, di attenzione, lodi e ammirazione. Lo fa attraverso atteggiamenti amorevoli per conquistare la sua fiducia, la sua amicizia, il suo affetto ed infine il suo amore. Attraverso il love bombing, ovvero una serrata e continua seduzione, il narcisista cerca di fare leva sui bisogni emotivi e sulle fragilità psicologiche della vittima. Il love bombing include tutte quelle mosse e strategie d’amore illusorio allo scopo di attuare un vero e proprio plagio psico-emotivo.

Quando il narcisista ha la certezza che il suo bersaglio è stato “agganciato” emotivamente e lo ha “in trappola” modifica la sua strategia. Diviene meno disponibile, si fa più distante, freddo e può persino interrompere bruscamente la relazione senza dare spiegazioni (ghosting).

La persona sedotta si trova confusa e addolorata. Il rifiuto, l’abbandono improvviso scatenano nella vittima traumi irrisolti dell’infanzia, pensieri ossessivi e comportamenti di dipendenza, tutti incentrati sul tentativo di riconquistare l’affetto della love bomber.

Durante tutta la fase della conquista ingannevole il narcisista si presenta come un partner ideale, l’anima gemella con cui vi è un’intesa speciale, la persona con cui ci si può sentite in profonda risonanza. Rappresentando proprio l’ideale è facile che gli si dia, in buona fede, fiducia incondizionata. In realtà il love bomber è solo a caccia di prede e la conquista un modo per nutrire il suo senso di importanza e sperimentare potere suggestivo. 

Il narcisista sa cogliere i bisogni più profondi ed usarli “a specchio” a tal punto che è difficile per chiunque rimanere indifferente. Fa sentire il corteggiato unico, desiderato, speciale. Usa parole “bersaglio” ovvero proprio ciò che ci si vuol sentire dire, si mostra dolce, premuroso, amorevole, gentile, affidabile e moralmente integro. Questa modalità incoraggia l’oggetto di seduzione ad aprirsi, a condividere sogni e desideri per il futuro che il manipolatore ascolta attentamente per usare tali informazioni in seguito.

In sostanza un narcisista è abile a capire le vulnerabilità altrui e, attraverso le tattiche del love bombing, entrare nelle grazie delle sue vittime mostrando un falso sè.

Questo processo è molto rapido. Il manipolatore emotivo sa che non può mentire a lungo e che può essere smascherato perciò la velocità del suo processo seduttivo è essenziale. 

Per questo motivo si parla di love bombing ovvero di bombardamento d’amore anche se in tutto questo non ci sono affatto né sentimenti ne innamoramento, tranne che per la vittima.

Il processo seduttivo manipolato si può riassumere in 5 fasi:

 

  1. Seduzione: la vittima viene corteggiata, elogiata, adulata ed ammirata;
  2. Isolamento: la vittima viene isolata da parenti e amici affinché la relazione sia esclusiva e nessuno possa intervenire sul meccanismo manipolativo messo in atto.
  3. Controllo: l’amore cieco fa si che la vittima dipenda dal manipolatore e faccia ciò che gli viene chiesto avendo piena fiducia nell’amore idilliaco che ha sperimentato nella fasi precedenti.
  4. Confusione: il manipolatore rafforza la dipendenza che la vittima inizia ad avere nei suoi confronti forte della fiducia creatasi. Crea confusione nella ricostruzione di fatti ed eventi, distorce la realtà allo scopo di mettere dubbi e alimentare le insicurezza della vittima.
  5. Senso di colpa: ai dubbi e all'insicurezza il narcisista aggiunge instabilità emotiva attribuendo colpe e responsabilità alla vitta quando le cose vanno male. La vittima si sente spesso a disagio ed inadeguata. 

 

Ma perché qualcuno si insinua così nella vita di una persona per illuderla facendo leva sulle sue debolezze e speranze per poi strapparle bruscamente e crudelmente il sogno senza alcuna spiegazione ne preavviso? La risposta è che ci sono persone patologiche incapaci di provare empatia ed avere a cuore gli altri. Il narcisista si focalizza interamente sui propri interessi personali ed è incapace di mettersi “nei panni” degli altri. Se oltre alla capacità di intuire ciò di cui gli altri hanno bisogno, non solo sul piano delle parole da pronunciare e delle sterili azioni da compiere, ma anche sul piano dei vissuti emotivi non causerebbe tanta sofferenza. 

Una persona sana non ha alcun motivo di attuare una manipolazione ne di portare avanti una relazione in tal modo. D’altro canto il manipolatore seleziona accuratamente le persone con cui instaurare questo tipo di dinamica; di solito si tratta di persone in carenza di affetto o particolarmente bisognose di una figura forte dalla quale dipendere. Quando quindi la vittima si ritrova sola ed abbandonata senza motivo cercherà di fare di tutto per riavere la relazione perduta apparentemente perfetta. La vittima si sente di solito in colpa per l’accaduto e cerca di identificare in se stessa dei limiti o difetti per giustificare la rottura della relazione (non sono abbastanza degno di essere amato, ho sbagliato qualcosa…).

In verità la vittima non ha mai colpa di nulla. Nel momento in cui il manipolatore è certo di aver suscitato sentimenti importanti e profondi nell’ oggetto d’amore perde interesse ed il declino del rapporto ha inizio. 

Un narcisista manipolativo non ha mai realmente alcun interesse a creare una relazione affettiva; vuole solo sentirsi al centro del mondo di qualcuno. L’obiettivo inconscio è nutrire il proprio ego, colmare una profonda insicurezza di cui esso stesso è ignaro, facendo sentire l’altro piccolo e dipendente. 

Poiché le emozioni del narcisista sono superficiali egli non si preoccupa del dolore che provoca; guarda al dolore ed ai gesti disperarti che la vittima fa per ricucire il rapporto come ad una conferma di quanto egli è importante e potente. Ciò alimenta il suo ego. E’ difficile reagire con indifferenza ad un narcisista che abbandona ma forse questo è l’unica reazione che potrebbe suscitagli ancora un pò di interesse. Certamente impossibile da attuare quando si è molto coinvolti emotivamente e non si ha chiaro di essere dentro un gioco psicologico dal finale "a perdere".

Uscire da una dinamica relazionale di questa portata richiede una grande autostima che spesso la vittima di love bombing non possiede. In tal caso è necessario farsi aiutare da amici, familiari ed da uno specialista in materia di disturbi di personalità e giochi psicologici inconsci.

 

 

Dr. Maurizio Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta Ipnoterapeuta

Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà del Dott. Maurizio Sgambati e non possono essere, neppure in parte, copiati o utilizzati altrove senza consenso. Ogni diritto è riservato ai sensi della normativa vigente; l'uso non autorizzato verrà perseguito.