· 

L'Amore impossibile

L'amore impossibile è quel sentimento che accompagna quelle relazioni che non sono destinate ad iniziare o a maturare in un rapporto stabile nel tempo.  

Sembra paradossale, ma questo è il tipo di amore che causa il dolore maggiore; cosi profondo che è difficile da dimenticare. La sofferenza è dovuta proprio al fatto che la relazione affettiva non si è mai concretizzata e lascia un “sospeso emotivo”, una sorta di ciclo (gestalt) che rimane aperto in attesa della sua naturale evoluzione e conclusione. Un inizio che non c’è e una conclusione che non riusciamo a mettere ci tengono in una condizione di impasse. La sofferenza si alimenta poi con domande senza riposta del tipo “e se…”, rispetto a quello che sarebbe potuto accadere e di ipotesi, senza soluzione, sui motivi per il quale la relazione non ha potuto concretizzarsi.

Per alcune persone può essere facile accettare che, mancando le condizioni, un rapporto affettivo possa non essere vissuto e sono capaci di passare oltre, farsene una ragione, in tempi brevi. 

Ciò non vale invece per coloro che hanno difficoltà a rinunciare alle aspettative, le illusioni ed i sogni che hanno costruito attorno a un’amore. In questo caso i sentimenti sono più forti dei dati di realtà, delle incompatibilità col partner, e l’amore impossibile diviene difficile da dimenticare. 

E’ un sentimento che lascia un segno indelebile proprio perché non ha raggiunto il culmine della sua espressione e non si è estinto in modo naturale. La relazione ideale non è riuscita a confrontarsi con quella reale, col vissuto quotidiano e le relative problematiche di coppia.

Come elaborare e superare un amore rimasto congelato e difficile da dimenticare?

Innanzitutto è importante definire ciò che rende tale sentimento impossibile da vivere. C’è una enorme differenza tra una relazione amorosa difficile o problematica ed un amore impossibile. L’amore impossibile non è corrisposto, mentre l’amore vero è reciprocamente provato da ambo i partner nonostante la relazione possa basarsi su incomprensioni e conflitti. 

Una seconda considerazione riguarda le fantasie sull’amore. Ciò che rende difficile lasciar andare una persona sono le credenze culturali che riguardano “l’anima gemella”. Possiamo incontrare una persona che sembra perfetta per i nostri canoni e che sembra “destinata” a noi perché rappresenta proprio l’ideale da avere accanto con i suoi valori ed i suoi interessi simili ai nostri. Sebbene il concetto di anima gemella sia molto bello è comunque irreale. La persona perfetta non esiste. Ciò che conta è l’amore reciproco che due partner provano ad essere l’elemento essenziale per un rapporto funzionale nonostante le divergenze.  

Una relazione implica sempre l’incontro tra due persone diverse, con abitudini, modi di pensare e bisogni differenti, che si devono incontrare attraverso la costruzione di un linguaggio comune che tiene conto delle esigenze di entrambi e delle loro peculiarità.

In una relazione reale è necessario imparare a mediare, essere tolleranti e ciò non ha nulla a che fare con l’amore predestinato ma è un lavoro quotidiano da fare negli anni.

Questa considerazione ci porta al fatto che l’amore vero è incondizionato ed implica il saper riconosce ed accettare i lati negativi del partner. L’amore ci porta spesso idealizzare le persone, ad enfatizzare lati positivi ma anche a svalutare divergenze e punti critici.

Per superare un amore impossibile è necessario fare questo passaggio ovvero andare oltre alla costruzione mentale del partner “perfetto” e guardare oggettivamente a quello che egli è, anche in termini negativi. Affinché la prospettiva rispetto a quella relazione diventi più realistica possiamo porci alcune domande:

  • Quali difetti ha quella persona che penso di amare?
  • C'è o c'era qualcosa di insoddisfacente nella relazione?
  • Come queste carenze avrebbero inciso in un rapporto a lungo termine?

Il passo più difficile da compiere, dopo le valutazioni razionali, è dimenticare. È stato dimostrato che quando una persona è innamorata, di fronte alla fine del rapporto, manifesta reazione simili alla sindrome da astinenza. L’agitazione emotiva, i disordini fisici sono proprio i medesimi che si riscontrano di fronte ad una dipendenza da sostanze. Quando si è innamorati il cervello produce sostante come la feniletilamina, la dopamina, l’acetilcolina ed alcune endorfine che sono responsabili del senso di euforia, eccitazione e piacere. Così, come chi è dipendente da una droga, la persona innamorata ricerca continuamente quelle sensazioni interne la cui rinuncia provoca profonda sofferenza e sentimenti di impotenza. Riconoscere ed accettare la sofferenza è importante per evitare di indietreggiare e dover ricominciare il processo di distacco più e più volte.

Dopo aver accettato che è il momento di lasciare andare l'amore impossibile e che questo processo non può essere esente da dolore emotivo il passo successivo e tagliare i legami. Questo significa non chiamare, non cercare di incontrarsi di nuovo, prendere le distanze dai amici e parenti di quella persona e qualsiasi altra cosa che ci possa aiutare e mettere distanza. In particolare, dovremmo stare alla larga dai social network: si tratta della forma di collegamento più rischiosa.

Sulla stessa linea, è necessario liberarsi dei ricordi. Eliminare foto e regali. Se non si è pronti a sbarazzarsene si possono mettere tutti assieme in un contenitore ed in un luogo in cui è difficile accedere.

Fatto ciò è necessario ricominciare a vivere in funzione di se stessi e di nuove abitudini. 

Di solito l’amore impossibile occupa molto tempo, giorni, persino anni. Pervade i pensieri e ruba molto tempo libero e spazi personali. Lasciarlo andare non sarà affatto facile. Tuttavia, se si decide di apportare qualche cambiamento, a poco a poco tutto diventerà più spontaneo. 

Probabilmente ci sono cose che si è sempre voluto fare ma che sono state rimandate; questo è un buon momento per dedicarsi a passioni ed hobby.

Dire addio a questo amore significa spingersi a fare cose nuove: nuovi luoghi, nuove persone, nuove routine. La vita va avanti e ci sono migliaia di cose da fare.

Per vivere la nuova vita che ci aspetta, senza essere schiavi di quell’amore, è necessaria una buona dose di determinazione oltre che coraggio e carattere. Ci saranno momenti difficili ed anche qualche piccolo possa all’indietro ma il tempo si dice è “un gran dottore”.

E’ necessario non continuare a nutrire un amore parassita che prende senza dare nulla in cambio.

Tagliando in modo netto il legame e decidendo di ricominciare da capo si scopre gradualmente che quella persona può occupare sempre meno spazio nella testa e nel cuore.

Amare implica proprio condividere, crescere assieme, imparare e a volte anche lasciar andare.

Rinunciare a cose impossibili è qualcosa che dobbiamo fare ogni giorno, anche in amore. 

Non è facile accettare l’idea che a volte non esistono altre opzioni se non l’accettazione della realtà. Frustrazioni di questo tipo ci feriscono così tanto ma sono anche le fondamenta su cui costruiamo la nostra personalità adulta.

 

Copyright ©  Dr. Maurizio Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta Pordenone. 

E' vietata la pubblicazione, la redistribuzione, la citazione e qualunque uso dei contenuti pubblicati, in forma totale o parziale, senza esplicita autorizzazione. La violazione dei diritti d'autore è un reato.