· 

Superare l'ossessione per l’ex

A volte smettere di pensare all’ex è davvero difficile e ci si ritrova travolti da pensieri intrusivi ed ossessivi che disturbano notte e giorno interferendo con il normale svolgimento della vita quotidiana. Il ricordo di esperienze felici condivise con lui/lei nel passato lasciano posto ad un dolore reale. Quando tale sofferenza è protratta a lungo nel tempo, a volte anche per anni dalla conclusione della relazione comunemente sono implicate due dinamiche  ben precise. Per alcune persone il dolore protratto è dovuto alla sensazione di non essere degne di amore. Cosi per lungo tempo fanno i conti con la sensazione di rifiuto e si struggono a lungo evitando di lasciarsi andare ad una nuova relazione per proteggersi da ulteriori rifiuti.

Altre persone invece si sentono degne di essere amate ma diffidano della capacità degli altri di corrispondere il loro bisogno di amore cosi si impegnano in molteplici attività autonome per non trovarsi invischiati in alcun nuovo rapporto. Rimanere ancorati all’ex o ad un partner passato idealizzato in fantasia permette loro di non essere nuovamente delusi o feriti.

In sintesi ripensare all’ex da un lato è dettato dal sentisi indegni di amore e dalla paura del rifiuto e dall’altro dall’idea che non si può fare affidamento sugli altri. Per determinare quale fra queste due motivazioni ci impedisce di superare un amore passato è sufficiente porsi la seguente domanda:

 

"Cosa immagino mi accadrà se mi apro ad una nuova relazione come ho fatto nel rapporto con la/il ex partner?”. 

 

Una risposta onesta vi dirà quale sia il motivo che vi impedisce di superare il lutto della fine di una relazione d’amore.

Se il problema di fondo è il sentirsi indegni di amore per superare il blocco è necessario fare esperienza di relazioni positive in cui si viene apprezzati e riconosciuti concentrandosi primariamente su amici, parenti o altre persone significative. Concedetevi di accogliere, anziché rifiutare, riconoscimenti verbali ed apprezzamenti. Inoltre, permettete loro di aiutarvi a rivalutare il vostro precedente rapporto di coppia in modo da sfidare la tendenza a confermare che il fallimento è avvenuto solo per causa vostra. Potranno aiutarvi a vedere che il vostro precedente partner non era poi così perfetto come ricordate, non corrisponde all’immagine di lui/lei che avete idealizzato. Vi aiuteranno a ripercorrere i fatti salienti della relazione di coppia e ad individuare i segnali dei problemi che quella relazione aveva sin dal principio e che alla lunga ne hanno determinato il fallimento. Vi aiuteranno a vedere che non è fallita perché non siete amabili ma perché vi erano alla base alcune problematiche rimaste irrisolte.  

E’ importante osservare e valutare in modo oggettivo e diverso la relazione passata in modo da preparasi a vivere un nuovo rapporto con maggior consapevolezza.

Iniziare una nuova relazione implica aver lavorato e fatto chiarezza su quella precedente:

 

  • Chi ero prima di quella relazione? 
  • Che aspettative avevo? 
  • Cosa ho imparato attraverso quella relazione? Quale contributo ho apportato?
  • In cosa sono cambiato/a? Cosa devo ancora imparare per vivere un rapporto in armonia col l’altro/a
  • Cosa voglio ora dal prossimo partner? E cosa non voglio che si riproponga in una nuova relazione?
  • Quali caratteristiche deve possedere un partner adatto perché sia adatto per me? 
  • In cosa deve aiutarmi a crescere il prossimo rapporto? 

 

Il focus andrà messo quindi sui bisogni da soddisfare e che sono emersi anche per mezzo della relazione fallita più che sulla aspettativa di fallire nuovamente.

Se siete eccessivamente autosufficienti è probabile che continuare a procrastinare su fantasie in cui è coinvolto l’ex partner vi serva a proteggervi da future ed ulteriori delusioni. Questa posizione di estrema autonomia però è al prezzo della vostra solitudine. E’ proprio questo ciò che volete realmente? Chiedetevi se siete davvero sicuri di stare bene con voi stessi o se in verità sentire la mancanza di una relazione intima.

Lasciare andare l’ex partner relegato in fantasia non è facile. Avrete bisogno di aprire la vostra mente e il vostro cuore se vorrete darvi la possibilità di fare entrare qualcuno nella vostra vita. E’ vero che per avere un rapporto serio è necessario trovare qualcuno di adatto e per il/la quale vale la pena aprirsi e rischiare. Tuttavia è necessario continuare a dare fiducia poiché se continuerete ad alimentare dubbi, sfiducia e scetticismo verso il prossimo difficilmente darete la possibilità a qualcuno di farsi avanti e di conoscerlo per ciò che è, senza fare paragoni.

 

 

Dr. Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta Pordenone

 Riproduzione vietata.