· 

4 tipi di narcisista

Di questi tempi tutti siamo un pò narcisisti in cerca di attenzioni: sui social postando selfie, cercando di attirare l’attenzione ed i complimenti altrui quando si è tra amici. I capi di governo fanno a gara per apparire in tv e molti giovani hanno l’ambizione di diventare famosi calciatori e cantanti partecipando a talent show o reality tv.

Postare, condividere, mostrarsi sembra essere diventato più essenziale del vivere le esperienze e farne tesoro nella propria mente. Se tutti in fondo abbiamo un ego da nutrire non tutti in effetto siamo narcisisti in senso clinico o patologico. E come se il narcisismo non fosse di per se già un problema importante, si rende ora necessario anche distinguere le varie tipologie di questo disturbo di personalità. La domanda che ti pongo in questo articolo è la seguente: lo sai che ci sono diversi tipi di narcisista? Ci sono narcisisti sedutivi ed affascinanti, narcisisti fragili e narcisistici manipolatori ed altri perversi. Seppur dal punto di vista clinico queste differenze nel DSM5, manuale di riferimento per la diagnosi, non vengono contemplate poiché si fa riferimento solo al narcisista in generale è bene comunque fare una breve differenziazione tra queste varianti.

E’ utile essere in grado individuare in anticipo i tipi di narciso esistenti e con cui potresti entrare inconsapevolmente in contatto.

Si possono contemplare 4 tipi di narcisisti, seppur come premesso a livello ufficiale per la comunità scientifica le categorie sono solo due: quello classico o manifesto (detto anche over) e quello sottile o fragile (detto anche covert). 

Il narcisista classico, quello che rientra nei criteri diagnostici che si possono leggere in molti articoli sul tema adotta quei comportamenti che è esattamente ci si aspetta da un narcisista; una persona che desidera ardentemente essere ammirato, al centro dell’attenzione, che manipola e usa le altre persone per ottenere vantaggi personali. Il narcisista per antonomasia è una persona fredda, priva di empatia, incapace di nutrire genuini sentimenti ed interesse verso gli altri. Ha manie di grandezza, tutto gli è dovuto perché si ritiene unico e speciale mentre gli altri non valgono nulla. E’ facilmente individuabile dato che è una persona ingombrante dall’ego smisurato e le sue caratteristiche molto particolari rispetto alla norma. Il narcisista classico ha sete di potere, di essere riconosciuto e assicura che tutti sappiano quanto egli sia speciale. Questo è ciò che immaginiamo automaticamente quando pensiamo a un narcisista. 

Il narcisista sottile o fragile invece è molto più difficile da individuare. Il suo narcisismo paradossalmente deriva dal disprezzo che ha di se, dall’odio e dalla sfiducia. E’ un narcisista che ha bisogno di indossare una maschera per ottenere l’approvazione altrui. Mentre il narcisista classico è convinto del suo valore, quello fragile è ossessionato dal bisogno di ottenere  riconoscimenti positivi ed attenzione e cova rabbia ed invia nei confronto di coloro che lo circondano. Ricerca relazioni con persone di alto profilo sociale, politico, culturale per elevare il proprio valore personale, la propria immagine. Vuole sentisi speciale, ma non è sicuro di se stesso. Anche il narcisista covert è privo di empatia ma, rispetto al narcisista classico, non è una persona sicura di sè malgrado ciò che mostra non lo lasci intendere. Porta sulle sue spalle il peso del successo altrui e lo usa come un effetto alone per crogiolarsi nella gloria altrui. 

Fatta questa doverosa premessa sulle due principali categorie di narcisisti ora è necessito entrare nel merito dei 4 sottotipi che, come premesso, non sono riconosciuti ufficialmente, e che cadono lungo il continuum che va dal narcisista tossico al narcisista comune.

 

  1. Il narcisista tossico: è la persona sta sempre al centro di qualsiasi problema o dramma tu abbia nella vita. Può apparire un buon amico ma il suo habitat naturale è stare nella vita altrui per portare scompiglio. Trova qualsiasi occasione per entrare nella tua vita e poi causare disagi, conflitti, problemi, distruzione. E’ tossico perché ti porta a perdere amicizie, ad entrare in conflitto coi familiari, perdere denaro o il lavoro. 
  2. II narcisista comune: all'estremità opposta del continuum c'è il narcisista comune. Si presenta come una persona molto premurosa e cordiale con l’intento di attirare l’attenzione, essere apprezzato ma sopra ogni cosa ottenere la tua fiducia. E’ facile quindi condividere con lui un segreto, fargli delle confidenze. Appare affidabile ed altruista ma è bene sapere che si tratta solo di una facciata. Apparendo gentile e cordiale alimenta il suo senso di importanza, la sua autostima. Assume un ruolo positivo per ottenere un tornaconto personale: sentisi importante e indispensabile. Almeno non si tratta di una forma di narcisismo molto dannosa ma la relazione che si instaura è tutt’altro che genuina o disinteressata.
  3. Il narcisista sessuale: sul quale ho scritto un intero articolo sul mio blog (vedi qui).  Possiede una serie di assi nella manica per manipolare e sedurre le persone. All'inizio sono piuttosto difficili da individuare. Ti bombarda di complimenti (vedi love-bombing) con l’intendo di risultare affascinante ed attraente. Relazionarsi con tale narcisista significa sentire di essere di fronte alla propria anima gemella, l’amore atteso da una vita. Finge di amare le cose che ti piacciono per dare la sensazione che ci sia un feeling speciale. Ama corteggiare e lusingare la persona che vuole fare innamorare e poi sparisce nel nulla. All’inizio è come vivere una favola, una amore intenso e totalmente coinvolgente ma una volta ottenuto il “trofeo” sparisce senza dare spiegazioni (vedi ghosting). 
  4. Il narcisista psicopatico o perverso: tra tutti i tipi di narcisista questo è quello più patologico poiché violento, abusante e pericoloso. Spesso è soggetto ad esplosioni di rabbia e violenza quando si sente rifiutato. La paura del rifiuto combinata alla perdita di possesso lo porta ad atteggiamenti aggressivi.

Autore: Dott. Maurizio Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta, Ipnoterapeuta, Analista Transazionale. © Riproduzione vietata. L'articolo non può essere riprodotto o ripubblicato altrove, ne integralmente ne parti di esso, e con nessun mezzo.