· 

Differenze tra narcisista uomo e narcisista donna.

Dr. Maurizio Sgambati Psicologo Psicoterapeuta Ipnotista Pordenone
Dr. Maurizio Sgambati Psicologo Psicoterapeuta Ipnotista Pordenone

I narcisisti si caratterizzano per la spiccata tendenza a manipolare gli altri con la finalità di ottenere quello che desiderano. Hanno un’ idea grandiosa di se stessi, sentono il costante bisogno di essere ammirati e mancano di empatia. 

I narcisisti utilizzano il senso di superiorità, l’arroganza ed il disprezzo per difendersi da potenziali ferite e minacce al loro fragile ego. Esistono due varianti del narcisista: il sottotipo “over”, quello classico che accusa gli altri di ciò che in realtà è sotto la sua responsabilità ed il sottotipo “covert” ovvero il narcisista fragile, che si sente inferiore, vulnerabile alle critiche e teme il confronto.

In questo articolo mi voglio soffermare su una ulteriore distinzione, quella di genere. 

Nel narcisista uomo e donna i sentimenti di superiorità sono tipicamente versioni esagerare della verità. Sia i maschi che le femmine si concentrano sul rafforzamento delle loro fragili auto-percezioni attraverso varie forme di manipolazione.

Tuttavia ci sono delle differenza tra maschi e femmine:

Il narcisista uomo usa la propria forza, direttamente o indirettamente, per affermare se stesso e la sua superiorità sugli altri mentre il narcisista donna utilizza la seduzione come tecnica coercitiva. 

L’uomo narciso si avvale dell’auto-protezione per salvaguardare il suo ego da fallimenti che potrebbero incrinare il suo ego. Ciò significa che per mantenere una inalterata immagine positiva di se stesso evita qualunque situazione che possa fargli sperimentare un fallimento. In altre parole, il narcisista uomo appare fiducioso e sicuro di se ma quando ha la sensazione che potrebbe fallire evita la direttamente di cimentarsi in una data situazione per non apparire incompetente o sentirsi un fallito. 

Si pensa che questa meccanismo di difesa si sia sviluppato quando era piccolo di fronte ad una madre incapace di essere empatica ed accogliente di fronte a limiti e fallimenti del figlio.

Il narcisista quindi diverrebbe sin da piccolo incapace di strutturare una immagine di se organizzata e coerente in situazione di disagio, fallimento o imbarazzo. Adotterebbe quindi un atteggiamento dominante poiché socialmente accettato per i maschi nella maggioranza delle società occidentali. 

Questo atteggiamento di superiorità se fosse adottato dalle donne sarebbe meno vantaggio. Ecco perché il narcisista donna impara a raggiungere i proprio obiettivi attraverso una manipolazione esercitata in maniera più sottile, indiretta ed in linea con le aspettative circa il suo ruolo in società. 

La donna usa quindi il corpo, la sensualità e il sesso per ottenere quello che vuole; è quindi più probabile che sviluppi un disturbo alimentare rispetto al narcisista maschio.

La donna tende ad interferire con le dinamiche in famiglia per manipolarle ed a sollecitare il senso di colpa negli altri come strumento per esercitare il suo controllo. 

La donna narciso appare più sicura rispetto all’uomo; questo perché mentre l’uomo basa la propria forza sull’idea e sull’immagine mentale che ha di se stesso; la donna misura il suo potere attraverso strumento della seduzione usando il corpo e verificando tangibile il potere che esercita sugli uomini.

Sebbene entrambi siano abili nel mentire a se stessi ed agli altri è più comune che sia l’uomo narcisista ad essere un traditore seriale. 

La donna seduce, ammalia con il suo fascino ma poi “abbandona” la sua preda con disinteresse una volta ottenuto ciò che desidera; difficilmente lo scopo è quello di avere una vera relazione intima.

I narcisista uomo non ama avere figli poiché dovrebbe entrare in competizione per continuare ad ottenere attenzione esclusive dalla moglie e dalla madre. La donna invece ama avere bambini perché li considera un’estensione di se stessa.

Quando il bambino fa cose buone, la madre narciso si prende il merito e quando invece si comporta male la considererà uno smacco fatto appositamente contro di lei per ferirla anziché un sano e legittimo atteggiamento infantile.

Il maschio narcisista non è in grado di rapportarsi ad altri uomini senza vederli come dei rivali con cui entrare in competizione. La femmina narcisista entra in relazione con altre donne con  più facilità tuttavia quella che può apparire un’amicizia in realtà nasconde secondi fini e scopi più subdoli. 

Sebbene le differenze che ho esposto non sia completamente esaustive offrono comunque una panoramica delle principali differenze in termini di atteggiamento a seconda del genere riguardo al disturbo narcisistico. 

 

 

 Copyright © 2003-2018 - Dr. Maurizio Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta Pordenone. 

E' vietata la pubblicazione, la redistribuzione o la citazione dei contenuti non autorizzata espressamente dall'autore.