· 

La triangolazione del narcisista

Da diverso tempo attraverso i miei articoli faccio informazione psicologica affinché ci siano sempre più persone in grado di “leggere” i comportamenti umani, discriminare atteggiamenti e sintomi sani da quelli disfunzionali. Molti sono gli articoli che ho dedicato al narcisismo; un disturbo sempre più diffuso e che suscita molto interesse. 

Ho studiato molto sui tratti e sulle caratteristiche del disturbo narcisistico di personalità e sul tema scritto diversi articoli. Ho scoperto che in fondo tutti possiedono un certo livello di narcisismo ma che nella maggior parte dei casi è sano. 

In questo articolo mi voglio soffermare a parlare di "triangolazione narcisistica”. La triangolazione è  un processo psicologico messo in atto dal narcisista per alienare le persone che lo amano. 

La triangolazione include anche l’uso del gaslighting (tema già affrontato qui); una delle tattiche più bieche usate per fare sembrare pazza la sua vittima. 

Il narcisista, specie quello di tipo covert, usa spesso la triangolazione durante i suoi agiti violenti di rabbia. Quando la vittima comincia a capire la vera identità del narcisista. Usa la triangolazione per confondere, per separare dai suoi cari la sua vittima ed isolarla al fine di renderla più facilmente manipolabile. 

Il processo di triangolazione avviene in 5 fasi:

 

  1. Suscita la gelosia nel partner: il narcisista cerca di rendere geloso il partner utilizzando una terza persona. Ad esempio, affermando che una persona amica del partner ha flirtato con lui. Questo non solo fa sentire la vittima insicura, ma la porta ancor più a cercare di assecondare i bisogni del narciso per paura di perdere il suo interesse ed il suo amore. E’ un mossa piuttosto sadica.
  2. Crea divisioni: Il narcisista scredita gli amici del partner dicendo di loro cose negative, bugie, pettegolezzi. Lo scopo è isolare il partner al fine di avere il controllo e diventare l’unica persona  di cui si possa fidare.
  3. Gaslighting: allo scopo di attuarie indisturbato la manipolazione convince gli altri che il partner è pazzo, problematico, paranoico o violento. Ad esempio, il narcisista dice cose dispregiative nei confronti del partner finché non si arrabbia. Quando ciò si verifica, dirà che è esagerato, insicuro, geloso in modo patologico, problematico. A volte fa ciò in pubblico in modo che più persone possano vedere le reazioni di rabbia esagerate del partner e notare quando sia una persona irascibile.
  4. Schieramento: il narcisista cerca alleati nei amici comuni e tra i familiari proprio quando la coppia litiga o è in disaccordo. Si mostra a loro disponibile a collaborare per risolvere i problemi di coppia facendo apparire l’altro sotto una cattiva luce. Portare le persone dalla propria parte in questo non è una mossa fatta per la riconciliazione di coppia ma una manipolazione usata per mostrarsi meglio di ciò che è.
  5. Provoca la rottura della relazione: scredita il partner tra gli amici per cercare alleati e tra questi c’è il nuovo partner con cui desidera sostituire l’attuale. Usa in modo malato e contorto gli altri per raggiungere il scopo senza “sporcarsi le mani”.

 

Questo tipo di personalità è complesso e difficile da cambiare. Leggere i diversi articoli che propongo può essere utile per riconoscere se le dinamiche di coppia in cui ti trovi sono tipiche di una relazione malata. Qualora riconoscessi i segni del narciso nel tuo partner e le caratteristiche della triangolazione può esserti utile farti questa domanda: “Devo andarmene o devo restare?”. La risposta sta a te. Qualsiasi cosa tu scelga abbi cura di te e preserva la tua autostima.


Autore: Dott. Maurizio Sgambati - Psicologo Psicoterapeuta, Ipnoterapeuta, Analista Transazionale.

© Riproduzione vietata. L'articolo non può essere riprodotto o ripubblicato altrove, ne integralmente ne parti di esso, e con nessun mezzo.