· 

La seconda chance. Ritornare con l’ex è una buona idea?


All’inizio di una relazione d’amore è abbastanza comune pensare, alla luce del forte e coinvolgente sentimento che si prova, di non riuscire a far più a meno del proprio partner. Ci si sente invincibili ed inseparabili perciò la vita senza l’altro sembra inconcepibile. Ogni cosa appare diversa, positiva e meravigliosa mentre si trascorre del tempo assieme. Col tempo non sempre però i rapporti di coppia evolvono in modo così positivo come all’inizio. Lentamente le divergenze, le incomprensioni fanno si che per alcune coppie il rapporto si guasti irrimediabilmente. Con il tempo le ferite del cuore guariscono, rabbia e delusione vengono messe sullo sfondo, e le persone sono in grado di riaprisi per andare alla ricerca nuovamente di affetto e amore. Dopo aver elaborato il dolore legato alle aspettative tradite si può anche rivalutare il vecchio rapporto e decidere di riprovare a ricostruire il legame col proprio ex partner. Ricostruire una relazione che si è gustata però non è cosi semplice poiché per riprendere un rapporto è necessario lavorare per rimuovere gli ostacoli che hanno determinato il fallimento iniziale. E’ meglio avere un approccio realistico quando si tenta di recuperare un vecchio rapporto d’amore prima di giocarsi la carta della seconda possibilità. 

Gli essere umani sono piuttosto ottimisti in tema d’ amore e di norma sono abbastanza propensi a dare una seconda chance piuttosto che archiviare una persona per la quale si sono provati sentimenti d’amore profondi, alta complicità, intesa ed intimità emotiva.

Tuttavia, quando si tratta di recuperare il rapporto con un ex è meglio essere prudenti prima di  idealizzare in modo illusorio l’ex compagno/a.

Nessun partner è perfetto ma quando si pensa ad un ritorno nonostante incomprensioni e litigi è bene fare alcune considerazioni: 

 

  1. Riconoscete le vostre emozioni autentiche: Chiedetevi perché volete tornare assiema al vostro ex. Forse perché non si riuscite a trovare un partner migliore? Perché vi sentite soli? La disperazione può farci pensare ai momenti passati assieme e farci dimenticare l’amarezza e le situazioni conflittuali; questi però non sono buoni motivi per pensare ad una riconciliazione. Per essere sicuri di ciò che desiderate vagliate i pro ed i contro della passata relazione: ricordatevi che oggi siete più maturi e diversi rispetto a quando stavate in quel rapporto ed anche il vostro ex è cambiato nel corso della relazione e a seguito della rottura del legame. Forse oggi entrambi avete aspettative più realistiche rispetto al rapporto di coppia. Cercate di essere cauti ma trattate questa seconda possibilità come una nuova esperienza senza preconcetti circa il vostro ex. Ricordate che l’amore è l’aspetto più importante; non dovete adattarvi ad un rapporto privo di amore solo per la paura di rimanere soli o per la falsa convinzione che non troverete nessun altro in futuro. Siate onesti con voi stessi in tema d’amore. L'amore c'è o non c'è, è l'unica cosa che non si indurre anche se lo desideriamo tanto e ci sforziamo di provarlo per quacuno.
  2. Valutate se siete in grado di lasciare andare rabbia e frustrazioni: per riprendere in mano un rapporto dovete essere in grado di mettere definitivamente da parte le situazioni in sospeso, le emozioni spiacevoli provate come la rabbia, la delusione, il rancore. Anche il senso di colpa o il dispiacere per la sofferenza del partner possono sentimenti per cui quali si può pensare ad un ritorno. In realtà si dovrebbe riprendere una relazione solo se dopo un’attenta introspezione si è imparato dai propri errori e si è in grado di ritrovare il pieno valore del rapporto.

 

Quando non si deve tornare con un ex partner?

Anche se può sembrare bello ri-sperimentare un amore intenso e passionale perduto ci sono situazioni per le quale non è bene ripensare ad un ritorno di fiamma.

 

  1. Quando il rapporto si è basato su una qualche forma di abuso (psicologico o fisico), sullo sfruttamento economico, la manipolazione o la reiterata infedeltà è più opportuno non guardarsi indietro;
  2. Qual ora la riconciliazione e il ripristino dell’intesa di coppia richiedessero molto tempo, energia e stress per la vostra salute mentale ed emotiva è bene desistere dal recuperare un rapporto;
  3. Quando non avete chiari i vostri sentimenti: è possibile che pensiate al vostro ex e a tutti i bei momenti vissuti assieme, che lo idealizziate, ma se siete confusi non dovete scambiare la nostalgia del passato per innamoramento. Spesso di tratta di sentimenti temporanei che ben presto sfumeranno; prendetevi del tempo per fare chiarezza ed evitate di agire sull’onda del ricordo di sentimenti ormai lontani ed irrecuperabili.

 

Se state vivendo un nuova relazione felice non è sempre una buona idea riprendere i contatti col proprio ex perché ciò potrebbe rendere insicuro l’attuale partner e potrebbe portarvi a fare dei paragoni inutili tra attuale e passata situazione affettiva. Passate oltre facendo tesoro di quello che avete imparato dalla vostra esperienza con l'amore.

 

 

Dott. Maurizio Sgambati, Psicologo Psicoterapeuta

- Riproduzione Vietata -