· 

Gelosia: superarla per vivere serenamente un rapporto di coppia


La maggior parte delle persone occasionalmente si sentono un pò gelose, soprattutto quando provano forti sentimenti di amore ed attrazione nei confronti del partner; bisogna anche riconoscere che un po' di sana gelosia aggiunge vitalità al rapporto e può anche essere un indicatore di quanto una persona tiene ad un’altra. Dobbiamo però distinguere la sana gelosia da quella deleteria per l’armonia della coppia.


Che cosa significa essere gelosi in un rapporto affettivo?

Alla base della gelosia c’è la paura della perdita del rapporto, per cui essa aumenta all’aumentare del sentimento che proviamo e del livello di importanza che il partner ha per noi. La persona gelosa ha paura di essere “presa in giro”, di perdere il rispetto di sé e di fare una pessima figura agli occhi degli amici. La gelosia quindi ha fare con il sentirsi insicuri. Quando la paura diminuisce, anche la gelosia cala. Più la persona sente il pericolo di essere lasciata più sperimenta un mix di emozioni a partire dalla paura sino ad arrivare a rabbia, disgusto e disperazione nei confronti del partner o del rivale (sia esso reale o immaginario).

Una persona può sentirsi gelosia ed insicura in un rapporto perché ha sperimentato in passato l’abbandono da parte di un ex, di un genitore, o è stato tradito; l’esperienza passata condiziona quindi l’approccio ed il vissuto nella relazione presente. La persona crea delle minacce immaginarie che lo portano ad uno stato di perenne allerta e reattività.

Ovviamente se il partner concretamente è impegnato a flirtare con altri, è sessualmente attivo con altre persone, allora la gelosia è assolutamente giustificata da dati di realtà: il tal caso la minaccia è reale e la reazione comprensibile. In queste circostanze quel rapporto affettivo avrebbe bisogno di essere rivalutato. 

La gelosia risulta eccessiva quando invece non ci sono prove reali che il partner sia stato, o è, infedele e la reazione è del tutto fuori luogo e spropositata rispetto agli atteggiamenti del compagno o della compagna.

In questo secondo caso, la gelosia assume un connotazione patologica che può compromettere il rapporto. L’altro partner, stanco delle accuse ingiustificate ricevute, potrebbe allontanarsi e, in alcune situazioni, anche arrivare per ripicca al tradimento. Rabbia, paura e gelosia ostacolano i legami d'amore; l'amore ha bisogno di un forte pizzico di coraggio per nascere e crescere in modo sano.

Come possiamo iniziare a rompere il ciclo di gelosia, reclamare l’autocontrollo? 



1) Può sembrare banale, ma è necessario credere al proprio partner e fidarsi. La fiducia è una condizione fondamentale per creare un rapporto,  che si fonda anche sull’amore e l’attrazione che sentiamo avvicinandoci ad esso. Fidatevi di ciò che sentite e di quanto condividere sul piano reale ed evitate di dare credito alle fantasie irrazionali. Ricordatevi che è molto offensivo dubitare della parola, dell’onestà e dei comportamenti altrui per cui fare il terzo grado a lungo termine si rivelerà distruttivo per il rapporto; finirà non per tradimento ricevuto ma per la vostra insicurezza. Una relazione si basa su di un accordo tra due persone che vogliono l’una il bene dell’altra e che assieme sanno costruire un luogo, fisico ed emotivo, in cui sentirsi al sicuro e non minacciati. Trovate la forza di credergli quando vi dice che vi ama.


2) Evitate di fare confronti con gli altri. Per alcune persone, non tutte, la gelosia è guidata da una bassa autostima. Qualcuno potrebbe non trovare in se buoni motivi e qualità per meritasi di essere amato: ”Come può amarmi?” “Non capisco come possa essere attratto/a da me”. Non c’è un motivo per il quale qualcuno ci ama: accade e basta. Naturalmente, si può essere in grado di apprezzare le qualità attraenti ma è utile smettere di cercare di 'capire' il motivo per cui può siamo stati scelti e di trovare motivi per cui potremmo essere lasciati. L’amore non si spiega.


3) All’opposto ci sono persone con un’elevato concetto di sè, un’elevata autostima, che possono sentirsi a disagio e gelose se non si sento al centro dell’attenzione. Sono quelle che guardano al partner come una proprietà materiale esclusiva. Lasciate che il vostro compagno possa innocentemente socializzare ed interagire con altre persone, ciò non avrà conseguenze se alla base del rapporto c’è intesa ed amore.


4) Non giocate a far ingelosite il partner. Alcune persone, si sentono confermate ad amate quando riescono a suscitare reazioni forti nel proprio amato. Non fatelo, non flirtate con altri uomini o donne davanti al vostro partner, non sottolineante le qualità di un collega (quanto attraente, divertente, spiritoso) né parlate di amanti del passato. Questo atteggiamento è umiliante per chi lo subisce. Questo non significa che non ci siano persone attraenti al mondo o non si debba racontare qualcosa delle precedenti relazioni avute; si può riconoscere il sex appeal altrui e raccontare le nostre esperienze passate senza usarle per far sentire l’altro una nullità o in pericolo rispetto alla relazione.


5) Non confondete finzione ed immaginazione con la realtà. La gelosia, al pari di molti altri problemi psicologici (ipocondria, paranoia), è guidata dall'uso distruttivo della fantasia. L'immaginazione è una grande risorsa che ci permette di immaginare e realizzare progetti ed obiettivi a lungo termine ma non lo è se usata per fare fantasie catastrofiche senza un correlato di realtà. E’ necessario prende le distanze da ciò che avete nella testa; non credete a tutto ciò che  vi viene in mente ma sappiate distinguere il mondo interiore da quello esteriore. Smettete di dare fiducia cieca alla vostra immaginazione e imparate a sdrammatizzare.


6) Lasciate libertà al partner: se desidera trascorrere il fine settimana con i suoi amici, lascia fare; tenerlo 'imprigionato' servirà solo a costruire il loro desiderio di fuggire dalla possessività. Potersi intrattenere con altri e condividere interessi al di fuori della relazione non rappresenta una minaccia; piuttosto questo è sano ed avviene perché la persona, grazie alla vostra presenza nella sua vita si sente forte e sicura a tal punto che si può permette di esplorare il mondo circostante, fare esperienze per poi tornare da voi a condividerle. Avere legami fuori dalla relazione arricchisce la relazione stessa che altrimenti si impoverirebbe in un circolo a 2 soffocante per deprivazione di stimoli. Amare significa dare libertà accettando il rischio di perdere la persona amata. Non dobbiamo costruire tutta la vita intorno a una sola persona.


7) Usate la vostra immaginazione per sentirvi meglio, non peggio. Chiudete gli occhi e rilassatevi. Provate a pensa allo scenario che temete di più e che vi fa sentire gelosi. A es. che il partner è fuori con qualcun altro, immaginate la scena mentre parla e ride con qualcun altro…

… Ora, respirare profondamente e concentratevi sulle diverse parti del vostro corpo e cercate di rilassarle. Spostate la vostra immaginazione su di voi, sul vostro corpo, sullo stato di calma, di relax. Ciò che possiamo controllare è noi stessi. Imparate a visualizzate il vostro partner mentre vive la sua vita e quelle situazioni che vi fanno sentire gelosi e allo stesso tempo concentratevi su di voi capaci di rispondere con sereno distacco anziché con gelosia. Quanto più farete questo  quanto più vi verrà naturale vivere il distacco momentaneo dal partner senza che la gelosia abbia il sopravvento su di voi.



La gelosia non ha a che fare con l’amore, piuttosto ci tiene lontani da esso, ci limita nella capacità di ascoltare e mostrare i sentimenti positivi che proviamo per l'altra persona.


Dott. Maurizio Sgambati, Psicologo Psicoterapeuta

- Riproduzione Vietata -